Racconti di quotidianità e ricette per arricchirla

lunedì 23 aprile 2012

Dieta Dukan

Buongiorno amiche e amici,
oggi ho iniziato la famosissima dieta Dukan.
 Dopo una settimana passata a studiare il libro del Dott. Dukan, a prendere appunti per capire come bisognasse seguire il suo regime, a chiedere in giro se funzionasse davvero, finalmente sono arrivata alla conclusione. Devo perdere assolutamente tra i 3 e i 5 chili entro l'estate per ritrovare un pò di serenità culinaria e dedicarmi a delle nuove ricette da proporvi. Certo, avrei potuto scegliere tra tantissime ricette, ma ciò che mi ha fatto propenedere per questa dieta è stata principlamente la grande richiesta da parte di tutti i lettori del blog di proporre ricette da poter preparare anche in un regime dietetico e la dieta del Dott. Dukan mi è sembrata quella che propoenesse una grande varietà di alimenti da poter combinare a proprio piacimento tra di loro.
Prima però di passare alla spiegazione di questa dieta devo darvi un'importante avvertenza. Prima di iniziare la dieta ho parlato con un rinomato medico di Roma, il Dott. Aldo Avincola, il quale pratica da ormai quasi trent'anni la professione di dietologo e che si impegna quotidianamente nello studio di nuove e vecchie pratiche di dimagrimento. Il dott. Avincola , messo a conoscenza della mia volontà di seguire questo regime alimentare, mi ha delucidato circa i pro e i contro di questo tipo di diete sostanzialmente iperproteiche, già notoriamente conosciute e studiate da moltissimi anni e che a lungo andare creano un innalzamento dei valori del colesterolo e un affaticamento dei reni. Per questo motivo viene suggerito di seguire questo tipo di alimentazione per brevi periodi e di bere almeno un litro e mezzo d'acqua al giorno (anche il dott. Dukan dà come regola fondamentale della sua dieta di berne così tanta, per aiutare così i reni ad espellere le scorie derivate dall'assimilazione delle proteine).
Allora, quello che vi chiedo prima di seguire passo passo i precetti del Dott. Dukan è di sottoporvi durante le fasi della dieta ad analisi del sangue e comunque di farvi seguire da un nutrizionista, o meglio ancora un medico dietologo che possa seguirvi e condurvi in una fase delicata come quella del dimagrimento.
Ora che ho la coscienza apposto per avervi avvisati, ecco a voi la spiegazione passo passo della dieta Dukan, sintetizzata direttamente dal libro che è ora in commercio.
Alla prima lettura sembrava di difficile attuazione, ma poi mi sono messa a farmi tutti i miei schemetti mentali e ho capito che alla fine non è impossibile da seguire, soprattutto se si è molto motivati. Quello che ho capito erò principalmente durante la mia settimana di studio è che questa non è la ricetta miracolasa per poter calare tanti chili in pochi giorni. Questa è una dieta e come tale non fa miracoli, ma vi farà raggiungere il vostro peso giusto e desiderato a patto che seguiate tutti i precetti del dottor Dukan che l'ha "ideata" e la sta promuovendo anche con un discreto successo.
Ecco quindi prima una lista di pro e contro della Dieta Dukan:
PRO
- tutti coloro che l'hanno seguita alla lettera dicono di essere dimagriti sul serio e di non aver più preso i chili persi
CONTRO
- è una dieta. Questo vuol dire che come tutte le diete non fa miracoli, ma va seguita come una dogma, pena la non riuscita della dieta. Non si può sgarrare.
PRO
- non è così difficile da fare anche se si lavora e non si può tornare a casa all'ora di pranzo, cosa di cui si lamenta la maggior parte delle eprsone costrette a dover seguire una dieta dimagrante
CONTRO
- per farla però ci si deve organizzare dettagliatamente, fare la spesa pensata e ragionata, tra l'altro spendendo anche parecchio.
PRO
- ci sono miliardi di ricette su internet e molte le metterò anch'io sul blog per seguirla alla lettera
CONTRO
- bisogna cucinare tutti i giorni per potersi portare le cose pronte a lavoro.
PRO
- si può fare anche andando al ristorante
CONTRO
- e' una dieta lunga che dovrebbe diventare uno stile di vita. Non si dimagriscono 7 chili in 7 giorni, proprio come accade nel celeberrimo film di Verdone. Ripeto non fa miracoli.
CONTRO
- è una dieta iperproteica e quindi può far aumentare il colesterolo e affaticare i reni. Seguitela non più di due mesi, che tanto basteranno per chi non vuole buttare giù più di 5 chili.

Allora, se non vi siete scoraggiati vi racconto la dieta, che ripeto va seguita come la Bibbia, altrmenti non funziona.


La dieta Dukan si divide in quattro distinte fasi:

per chi vuole dimagrire meno di 10 chili questa fase deve durare solo 3 girni
per chi vuole dimagrire meno di 5 chili questa fase deve durare un solo giorno
per chi deve perdere tra 10 e 20 chili questa fase deve durare 5 giorni
per chi deve perdre più di 20 chili, a seconda dei casi questa fase dura dai 7 ai 10 giorni

Io per stare tranquilla, pur esagerando, la faccio di 5 giorni.

Si possono mangiare i seguenti alimenti, e solo gli alimenti che sotto vi riporto, in qualsiasi quantità, a qualsiasi ora del giorno, mischiandoli tra di loro a vostro piacimento e cucinati come meglio credete (bollite, al cartoccio, al vapore, al tegame, in padella, alla griglia, al forno, crude)

Le regole fondamentali di questa fase sono:
- BERE ALMENO 1 LITRO E MEZZO DI ACQUA AL GIORNO
- MANGIARE 1 CUCCHIAIO E MEZZO DI CRUSCA D'AVENA
- CAMMINARE ALMENO 20 MINUTI OGNI GIORNOù
- NON SALTATE MAI UN PASTO (pranzo, cena, colazione) gli spuntini se non ne sentite il bisogno potete non farli.
Questa regole sono tassative e non discutibili ai fini della dieta.
I cibi permessi sono( messi in ordine di priorità e consumabilità):
- MANZO: tutte le parti magre (fesa, filetto, controfiletto, girello). Assolutamente scartate il grasso, la costata e la lombata
- VITELLO: come il manzo, anche se la costata in questo caso si può mangiare a patto che scartiate tutto il grasso
- CAVALLO: tutto
- MAIALE E AGNELLO non sono permessi
- FRATTAGLIE: fegato e lingua sono ottimi
- PESCE: tutto, anche quello più grasso come il tonno, il salmone. Tonno in scatola al naturale e non sott'olio. Comunque a scanso di equivoci eccovi la lista: sogliola, merluzzo, nasello, orata, triglia, branzino, razza, trota, rana pescatrice, sardine, sgombri, tonno, salmone, surimi. Va cucinato senza aggiunta di grassi, in tutti i modi che volete. Vanno bene anche i pesci affumicati (per capirci il salmone del banco frigo del supermercato), surgelati, essicati.
- FRUTTI DI MARE: tutti. corstacei e molluschi tutti permessi. ostriche, gamberi, vongole, cozze, granchio, granseola, astice, aragosta, scampi, capesante, telline.
- POLLAME E CARNI BIANCHE: pollo, gallina, fagiano, pernice, coniglio, lepre, piccione. Cucinati come vi pare. Sono esclusi i pollami a becco piatto come l'oca e l'anatra. Escludere a tutti la pelle. Del pollo si consiglia il petto e la coscia. L'ala è troppo grassa ed è difficile scartare la pelle.
- AFFETTATI: sono permessi i prosciutti light con meno 4% di grassi (prosciutto cotto AIA Equilibrium, ma costa tantissimo), bresaola, arrosto di tacchino, fesa di tacchino. State però attenti che sulla confezione ci sia scritto che sono con meno 4% di grassi. Io personalmente ieri ho comprato le mini porzioni di 0-24 Beretta per fare merenda, ma anche quelle costano molto, a meno che non rpendiate le offerte che ogni tanto escono in qualche supermercato.
- UOVA: tutto
- PROTEINE VEGETALI: io sinceramente non penso che le comprerò mai, ma si può mangiare il TOFU e il SEITAN. Altri che si possono mangiare e che non so nemmeno cosa siano sono: tempeh, bistecche di soia, burger vegetali, proteine di soia testurizzate, latte di soia, yogurt di soia
- LATTICINI MAGRI: sono gli yogurt e i formaggi a basso contenuto di grasso. Ieri ho comprato la philadelphia balance, lo jocca, lo yogurt total a 0% di grassi. Esiste anche la ricotta a basso contenuto di grassi sotto il 4%. Da evitare o limitare gli yogurt con frutta, anche a basso contenuto di grassi.
- ALTRI ALIMENTI che fanno da complemento e che possono essere mangiati e bevuti: latte scremato, fresco o in polvere per macchiare il caffè, caffè, thè, tisane, cocacola zero o light, aspartame, aceto bianco e aceto balsamico, erbe aromatiche e spezie tutte (timo, rosmarino, curry, basilico, vaniglia, cannella, prezzemolo, pepe, etc...) aglio, cipolla, scalogno, limone solo qualche goccia perchè è pur sempre un frutto, sale moderato, senape moderata, chewingum però solo senza zucchero,
- ALIMENTI NON CONSENTITI: farinacei (pasta, riso, patate, farina etc), legumi (piselli, ceci, fagioli, lenticchie etc), verdure (pomodoro, peperone, carciofo, zucchine etc), olii in genere, burro, margarina, zucchero, ketchup e in sostanza tutti gli alimenti non scritti sopra. Non potete sbagliare.


La fase di crociera è quella che vi condurrà al peso desiderato, quindi durerà fino a che non avrete raggiunto il peso giusto. Non ci sono tempi prestabiliti.
La fase di crociera alterna giorni in cui si mangia come nel regime delle proteine pure, ossia solo i cibi elencati nella fase precedente e giorni in cui si associano a quei cibi anche le verdure. Rimangono inalterate le stesse regole della fase precedente.
Si può scegliere se fare 1 giorno di proteine pure e 1 giorno di proteine pure + verdure, oppure 5 giorni di proteine pure e 5 giorni di proteine pure + verdure. Io personalemnte ho scelto 1 e 1. Le verdure, come per gli alimenti della fase precedente possono essere cotte come volete, oppure mangiate crude.

- VERDURE CONSENTITE ( messe in ordine sparso, nessuna ha la priorità sulle altre):
pomodori, radicchio, indivia, funghi, bieta, bietole, cicoria, cetrioli, radicchio, spinaci, asparagi, porri, fagiolini, cavoli, sedano, finocchi, insalate tutte, melanzane, zucchine, peperoni
- VERDURE CON LIMITAZIONI (non conusmarle a tutti i pasti)
carote
barbatiele
- VERDURE E ALIMENTI VIETATI
alimenti ricchi di amido come mais, patate, riso, piselli, ceci, fave, lenticchie, fagioli, carciofi e scorzonera (che non so nemmeno cosa sia!)

Le regole scritte per la fase precedente e che vi ripeto qui sono valide anche in questa fase.
- BERE ALMENO 1 LITRO E MEZZO DI ACQUA AL GIORNO
- MANGIARE 1 CUCCHIAIO E MEZZO DI CRUSCA D'AVENA
- CAMMINARE ALMENO 20 MINUTI OGNI GIORNO
- NON SALTATE MAI UN PASTO (pranzo, cena, colazione) gli spuntini se non ne sentite il bisogno potete non farli.
Questa regole sono tassative e non discutibili ai fini della dieta.


Bene, se siete arrivati fino a qui avete finalmente raggiunto il vostro obiettivo. Ora bisogna saperlo mantenere, non pensate assolutamente di aver risolto, perchè in più del 50% dei casi, arrivati a questo punto, essendo soddisfatti per i propri sforzi, si molla tutto, ma la dieta non è ancora finita. Certo, ora sarà una passeggiata di salute in confronto alle fasi precedenti, ma comunque si è ancora in un regime di sorveglianza. State attenti e non mollate, perchè in questo modo non recupererete più i chili persi.

Questa fase deve durare esattamente 10 giorni per ogni chilo perso. Esempio: se avete perso 5 chili, questa fase dovrà durare 50 giorni.

Questa fase, inoltre, si divide in due parti: la prima metà (se avete perso 5 chili, tuta la fase di consolidamento dura 50 giorni, la prima metà 25 gg) con l'aggiunta dei seguenti cibi:

- tutte le proteine e le verdure delle fasi precedenti senza doverle alternare, quindi ad ogni pasto.
ripeto velocemente gli alimenti:
carni magre
pesci e frutti di amre
pollame (esclusa oca e anatra)
uova
tofu e seitan
latticini magri
verdure cotte e crude

- una porzione di frutta al giorno, ad eccezione di ciliege, banane, uva e frutta secca
più o meno le porzioni sono: 1 mela, pera, arancia, pompelmo, pesca, prugna; una coppa di fragole o di lamponi, una fetta di melone, una bella fetta di cocomero, due kiwi, due albicocche, un mango piccolo.

- due fette di pane integrale al giorno

- una porzione di formaggio al giorno (formaggio a pasta cotta e da evitare formaggi fermentati e grassi)

- un pasto della festa a settimana (potete consumare qualsiasi tipo di alimento che vi sia mancato più di tutti, ma solo per un pasto, non per un intero giorno. La regola da seguire è di non servirvi mai due volte della stessa portata. E' concesso tutto: un primo, antipasto, un seocndo, una frutta, un dessert, un formaggio, un bicchiere di vino, di birra, il tutto in buona quantità ma solo una volta.)

- agnello, arrosto di maiale, prosciutto cotto

La seconda metà (ultimi 25 giorni), oltre ai cibi sopra menzionati potete aggiungere:

- due porzioni di cibi amidacei alla settimana (patate, riso, pasta, cereali, mais, couscous, polenta, lenticchie, fagioli, ceci, etc)

- due pasti della festa a settimana

Le reogle sono sempre le stesse, ma con l'agigunta di qualcosa. Ecco le vostre nuove regole:
- BERE ALMENO 1 LITRO E MEZZO DI ACQUA AL GIORNO
- MANGIARE 2 CUCCHIAI DI CRUSCA D'AVENA
- CAMMINARE ALMENO 30 MINUTI OGNI GIORNO
- OGNI GIOVEDI, tornate al regime delle proteine pure. E' una regola non modificabile e non trattabile. Ogni giovedi dovrete di nuovo mangiare unicamente proteine, coem nella prima fase di attacco.
- NON SALTATE MAI UN PASTO (pranzo, cena, colazione) gli spuntini se non ne sentite il bisogno potete non farli.
Queste regole sono tassative e non discutibili ai fini della dieta.


A questo punto la vostra dieta è terminata, VERAMENTE! Quello che ora dovrete fare è seguire delle semplici regole per tutta la vita. Fatele diventare un'abitudine e uno stile di vita a cui non dovrete rinunciare.

Ora potete veramente mangiare di nuovo quello che volete a patto che seguiate queste regole:

- OGNI GIOVEDI TORNATE AL REGIME DELLE PROTEINE PURE. Per un unico giorno alla settimana dovrete fare lo sforzo di mangiare solo proteine.
- BERE ALMENO 1 LITRO E MEZZO DI ACQUA AL GIORNO
- MANGIARE 2 CUCCHIAI DI CRUSCA D'AVENA
- CAMMINARE ALMENO 25 MINUTI OGNI GIORNO
- RINUNCIATE ALL'ASCENSORE
- NON SALTATE MAI UN PASTO (pranzo, cena, colazione) gli spuntini se non ne sentite il bisogno potete non farli.
Queste regole sono tassative e non discutibili ai fini della dieta.


Allora, come vi dicevo il pro di questa dieta è che potete trovare moltissime ricette gustose da fare in ogni fase. Io le metterò mano mano sul blog www.facciotuttodasola.com, e le potrete trovare lì con le foto del procedimento, altrimenti itnernet in generale è pieno.
Quello che vichiedo se arriverete alla fine della dieta è di tenere sotto controllo pressione, fegato, e colesterolo, quindi vi suggerisco di parlarne col vostro medico e di farvi prescrivere le analisi per questo tipo di accertamenti. Non spaventatevi, ma è solo per tutelare al massimo la vostra salute fisica.

A me ora non resta che augurarvi buona dieta e di suggerirvi di tornare tra poco sul blog dove metterò la ricetta (mi sono venute pure buone) delle crepes con la giusta quantità di crusca d'avena da mangiare a colazione o quando volete. Essendo la crusca un alimento pastoso, è meglio che lo mescoliate al latte scremato o di soia o vi inventiate qualche ricetta per mischiarlo. Io ho fatto le crepes suggerite nel libro e sono buone, soprattutto a colazione o come spuntino!

Amici miei, anche sotto dieta, buono gnam a tutti!

119 commenti:

Posta un commento

Faccio tutto da sola