Racconti di quotidianità e ricette per arricchirla

mercoledì 25 aprile 2012

Dieta Dukan - PIZZA DI CRUSCA CON SOTTILETTE E FESA DI TACCHINO

Ciao a tutti!
L'esperimento della dieta Dukan continua e i risultati ci sono!
Le promesse fatte dal dott. Dukan si sono rilevate inaspettatamente veritiere. Oggi è il mio terzo giorno di dieta, il che vuole dire che sto raggiungendo la fine della prima fase Dukan, ossia l'ATTACCO! E già questa mattina la bilancia segnava -1,7 kg! E la riprova che questa nemmeno troppo dura fase della dieta non funziona solo su di me è stata il messaggio mattutino dell'altra pazza della mia amica che ho convinto a seguirla con me! Lei è già a -2 kg! Wow! E la cosa più sorprendente, ancora di più del fatto che i chili, almeno per ora, si perdono davvero e velocemente, è che non si sente quasi per niente la voglia di tornare al solito regime alimentare, fatto per la stragrande parte di cose mangiate un pò a caso e soprattutto ingerite più per gola, che per fame. Ance con questa dieta si può mangiare per pura golosità, perchè non si hanno limiti di peso e di orari e di quantità e le cose sono anche buone! Non ci credete? Bhè anch'io all'inizio pensavo che la mia fosse solo fame e che solo per questo mando giù tutto quello che cucino o impastrocchio, ma quando poi stamattina ho preparato una ricetta tutta mia per preparare una pizzetta e il Calzinaio Matto mi ha chiesto se ne avessi fatta un'altra, allora ho proprio capito che alla fine si mangia tutto, tanto e anche gustoso! Inoltre, ieri sera abbiamo avuto a cena una nostra amica e se inizialmente ero preoccupata perchè pensavo che avrei dovuto cucinare un doppio menu, il Calzinaio Matto ha tirato fuori dal suo magico "calzino" una cena squisita che abbiamo potuto mangiare tutti e tre. Di cosa si tratta? Del pesce ovviamente! Salmone marinato, tartar di pesce spada, sotè di vongole e bistecca di pesce spada. E sì, non mi sono proprio tenuta e infatti pensavo che questa mattina sarei rimasta proprio delusa, e invece ecco scomparire dal display della bilancia altri 7 etti rispetto al giorno precedente.
Io non so se andando avanti questa dieta risulterà difficile o noiosa, però intanto vi dico che mi sto divertendo molto a scambiarmi le ricette con la mia amica, a preparare piatti che non avrei mai pensato fossero dietetici e anche buoni, e a calare chili senza nemmeno sentire un minimo morso della fame! Per questo mi sono decisa ad aprire una nuova sezione del blog dove potrete mano mano trovare le ricette divise per ciascuna delle 4 fasi da seguire passo passo. Quindi, dopo la ricetta delle crepes con crusca d'avena, eccone un'altra che può andare benissimo per lo spunto pomeridiano, utilizzando la giusta quantità di crusca da assimilare quotidianamente!

PIZZA DI CRUSCA CON SOTTILETTE E FESA DI TACCHINO

Ingredienti per 2 porzioni:

  • 3 cucchiai di CRUSCA D'AVENA
  • un pizzichino di LIEVITO PER PIZZA
  • ACQUA CALDA q.b.
  • 2 SOTTILETTE LIGHT Kraft
  • 2 fette di FESA DI TACCHINO


Preparazione:
1) versare la crusca in un recipiente e mescolarla ad un pizzico di lievito
2) una volta setacciate la crusca e il lievito versare poca alla volta l'acqua calda

3) il punto giusto è quando il tutto sarà diventato un cosidetto "pappone". Non fatevi spaventare dalla parola "pappone" perchè una volta in forno diventerà croccante all'esterno e morbida dentro
4) a questo punto ritagliamo un pezzettino di carta forno, bagniamola e strizziamola. La giusta grandezza è poco più grande della teglia che avete scelto. Io ho usato una terrina con il bordo basso e di diametro non più grande di 10-12 cm. Voi potete benissimo stendere l'impasto della crusca direttamente sul foglio di carta forno e dargli una forma rotonda con le mani
5) a questo punto accendiamo il forno a 180 gradi dando il calore solo da sotto, inforniamo per 15 minuti così com'è
6) trascorso il tempo, stendete sula pizza prima una fetta di sottilette, poi due di fesa di tacchino e infine un'altra di sottiletta.. Lasciamo che il calore venga solo da sotto per altri 10 minuti
7) ora lasciate che il calore venga anche da sopra per 5 minuti. Infine altri 5 minuti di grill per far dorare e crostificare la sottiletta.
8) sfornate e gustate!

Un'ottima merenda, ve lo assicuro!















Ed ecco la mia metà e la metà per il Calzinaio Matto!


24 commenti:

Posta un commento

Faccio tutto da sola