Racconti di quotidianità e ricette per arricchirla

lunedì 26 marzo 2012

Non si butta via niente: TORTINO DI PATATE E FANTASIA

Ti rendi conto di avere 30 anni da come guidi la macchina. Sei sulla tangenziale con il tuo alleato di sempre, il ritardo, mentre la tua amica aspetta da circa emzz'ora già lavata, truccata, vestita e acconciata per andare a cena fuori. E se fino alla volta scorsa rincorrevi le auto sulla corsia di destra, per buttarti con un'unica veloce sterzata su quella di sinistra, suonando alla lumaca che non ti faceva passare, ora se lì con i tuoi 70 km/h con il piede che fa giacomo giacomo, nemmeno stessi seduta di nuovo all'orale della maturità. E' il movimento pendolare da destra sull'acceleratore a sinistra sul freno che ti fa rendere conto che i trenta sono precipitati sulla tua testa dall'alto come fossero una mannaia. E invece di incollare il piede sull'acceleratore quando in lontanaza vedi che un'auto sta per immettersi dalla bretella nella tua corsia, automaticamente inizi a frenare dolcemente affinchè l'auto si immetta e tu resti in coda a procedere come stessi facendo un gita fuori porta godendoti il panorama.
Ti rendi conto di avere trenta anni poi dalla lacrimuccia facile. Ti raccontano delle sventure professionali di un lontano parente prozio della nonna di tua cugina e tu subito chiedi di cambiare discorso perchè senti i tuoi occhi friccicare e la tua empatia immersa nella storia come stesse per capitarti la stessa cosa. Per non parlare poi di quando finalmente riesci a trovare il tempo di inserire quel dvd che tutte le tue amche ti dicono da tempo di vedere perchè "non puoi non averlo visto, è troppo il tuo genere" e c'è la protagonista gettata  sul divano beige che dalla dimensione si capisce che era stato comprato per una coppia ed ospitare comodamente anche gli amici, ed ora è così enorme per solo una persona che la avvolge mentre si mangia il secchiello del gelato alla vaniglia. Pochi frame dopo la rivediamo che si è addormentata con la maglietta gualcita macchiata di gelato, con i capelli arruffati e il trucco colato. Spostiamo lo sguardo su noi stesse e ci accorgiamo di avere le sue stesse sembianze e che al posto della scatola dei pop corn, accanto a noi abbiamo finito quella dei fazzoletti.
Ti rendi conto di avere trentanni anche dal rapporto che hai con il frigorifero. Se fino a qualche tempo fa andavi al supermercato per riempirlo di bontà varie, che poi ti sentivi in colpa a mangiare o non ne avevi il tempo perchè sempre invitata a cena fuori, ora sei lì che ti spulci tutte le scadenze per farti il conto e programmare da lì a tutta la settimana il menu per non gettare via niente. E così prendi in mano quel vasetto di yogurt, vedi che la data di scadenza si riferisce a quanlche giorno fa, alzi su la linguetta di stagnola quasi avessi paura dell'odore che sprigionerà, annusi ripetutamente a scedenze costanti e quando non senti alcun odore chiudi gli occhi e immergi il cucchiaino. Il sapore è intatto e questo ti basta per scongiurare mal di pancia e nausea. Lo mangi tutto e raschi anche il vasetto e la linquetta di stagnola perchè a trentanni non butti via niente. E non solo gli alimenti. Lo fai con gli impegni, con gli amici, con la palestra. Ti scapicolli per non tralasciare via niente, per non correre il rischio che qualcosa "scada" e tu non hai fatto in tempo a vivertela. Ecco, vivi come se tutto abbia una scadenza, perchè la verità è proprio quella. Tutto ha una fine, e se proprio la deve avere è meglio che quelle zucchine sempre più mosce e quei fugnhi sempre più scuri la trovino nel tuo stomacuccio.
Ecco ho trent'anni precisi, compiuti da pochi giorni, e quando ho aperto il mio frigo e ho visto quelle verdure che stavano per buttarsi da sole nel secchio dell'immondizia, ho passato in rassegna ogni genere di fantasie per riuscire a trovare il modo di cucinarle senza far sentire al mio palato che non erano più fresche. La ricetta che vi propongo oggi è quindi in realtà un saggio consiglio per tutti quei trentenni che non vogliono più buttare via niente, comrpese le loro verdure rattrappite!

TORTINO DI PATATE E FANTASIA

Ingredienti per 4 persone:
  • 2 PATATE
  • 250 g di FUNGHI (una confezione)
  • 2 MOZZARELLE (in caso nel frigo abbiate della provola affumicata ancora meglio)
  • 2 ZUCCHINE
  • PARMIGIANO
  • OLIO extra vergine d'oliva
  • SALE
  • PEPE NERO
Preparazione:

1) tagliare finemente sia le patate, che i funghi che le zucchine. In questo caso le ho tagliate a rondelle, ma potete tagliarle anche in verso orizzontale, purchè le striscioline siano sottili

2) in caso utilizziate come me la mozzarella, lasciatela scolare il più possibile. Tagliate anche questa a strisce sottili.



 



 



















3) oliare il fondo della teglia

4) disporre per prima le patate, salare e pepare

 











5) poi fate uno strato di funghi e oliare un pochino

 









6) poi fate una strato mozzarella e pepate











7) a questo punto fate uno strato di zucchine e salate e oliate un pochino

 









8) ricominciate i vari strati a vostro piacimento e anche a seconda degli ingredienti che vi rimangono

9) sull'ultimo strato cercate di mettere la mozzarella e un'abbondante spolverata di parmigiano

 










10) preriscaldate il forno a 160°-180°

11) mettete in forno il tortino sulla griglia di mezzo per 20 minuti con il calore sia dall'alto che dal basso

12) ultimi minuti di cottura con il grill per far fare la crosta et voila!

Dato che ho trant'anni anche la testa ogni tanto va ad intermittenza e dopo aver fatto le foto ai vari passaggi, appena sfornato il tortino, tempo di freddarsi e lo abbiamo letteralmente divorato. Questo per dirvi, che ho dimenticato di fare le foto al risultato finale.... perdonatemi è l'età!

Buono gnam a tutti!

0 commenti:

Posta un commento

Faccio tutto da sola