Racconti di quotidianità e ricette per arricchirla

sabato 28 gennaio 2012

Il profumo del tè e dell'amore

Autore: Fiona Neill
Editore: New Compton Editori
Collana: Anagramma
Data pubblicazione: Luglio 2011
Pagine: 349
Prezzo: 9,90 euro
Trama: I segreti di un gruppo di amici si svelano con disincanto in un'occasione per ritrovarsi come ai bei vecchi tempi, in completo relax, deliziati da buon vino e cibo ricercato, immersi in uno scenario naturale in cui il sole fa scintillare le onde del mare. Ma dall'ultima vacanza sono passati vent'anni e quegli stessi personaggi una volta spensierati, ora si riscoprono cambiati e impegnati nella dura gestione della vita quotidiana. E' così che Fiona Neill descrive uno spaccatto delle coppie moderne proponendo al lettore varie sfaccettature. Sam e Laura Diamond rispecchiano la coppia sposata con figli, che arranca fino a fine mese e in cui nessuno dei due trova piena soddisfazione nel lavoro e nella famiglia. Poi c'è Janey, una volta la ribelle del gruppo, ora metodica avvocato con un figlio in arrivo di cui ha programmato anche il sonno. Jonathan è invece alle prese con la crisi di mezza età, corre dietro a ragazze bellissime, ma non capisce che sua moglie è a conoscenza di tutto e nel frattempo ha provveduto a trovare le proprie soddisfazione. C'è Patrick che ancora non è cresciuto e ancora non è capace di prendersi le proprie responsabilità. Ed infine ci sono gli occhi adolescenti di Luke...
A mio gusto: Bello. Scorrevole. Da mangiare con gli occhi come fosse una friabile torta margherita di cui non siamo sazi nemmeno arrivati alle briciole nel piatto taglio dopo taglio. Non è il solito romanzo a sfondo culinario ambientato nel dietro le quinte di un ristorante. In questo libro ritroviamo una varietà di sfondi, tra i quali spicca quello di una fattoria e di due personaggi: lui chef e proprietario di un noto ristorante Londinese, la moglie impegnata nella gestione e cura di una fattoria. Entrambi hanno sposato da anni la missione di ricercare l'equilibrio di piatti eseguiti con materie prime naturali e biologiche autoctone della zona. Proprio come l'autrice di questo romanzo, che mescola ad opera d'arte una scrittura intelligente, il gusto di svelarci a poco a poco i suoi protagonisti e la descrizione intensa di ogni paesaggio fino ad infonderne gli odori, lasciando nel lettore quel languore che lo porterà fino all'ultima riga del libro ancora affamato di lettura.

0 commenti:

Posta un commento

Faccio tutto da sola