Racconti di quotidianità e ricette per arricchirla

domenica 8 maggio 2011

SPAGHETTI CON SUGO FINTO

3 chili. No, dico, 3 chili. Una nuova dieta all'orizzonte. Come in 7 Chili in 7 giorni, in casa Brambilla si sono presi 3 chili in 3 settimane di blog! Aiuto! Che poi in realtà sono 6 perchè anche l'Arruffa calzini si è deliziato con i nuovi piatti e così, tra pasqua e dintorni siamo arrivati a 6 chili in più. Che poi non è cosa da poco. Abitassimo una casa spaziosa quasi non li noteremmo, ma condividendo 30 mq iniziamo a rubarci spazio a vicenda. A breve potremmo essere costretti a mettere il numeretto all'ingresso del salone e ad installare un cartello con su scritto: "Avanzare uno alla volta e attendere il prorpio turno al di là della linea gialla". No, non va bene, ma al blog non rinuncio. E così da oggi pubblicherò solo i piatti light di cui mi sazierò fino al raggiungimento del mio vecchio peso. Magari potrebbe essere utile a molti di voi. Magari no, ma forse potrebbe essere un buono spunto per imparare a cucinare light senza rinunciare al gusto.Oh cavolo, sembro proprio la voce fuori campo di un film di grassocci che leggono una rivista del tipo "più sani più belli". No, la lambertucci no. No no, il mio soprannome è sarchy e un motivo ci sarà. Diciamo che mi spazzolo tutto ciò che mi fa gola finchè non vedo la fine, ma fino ad oggi non ho avuto grandi problemi a rimanere in forma. Bhè non è proprio vero, anzi. Fino al compimento dei 20 anni pesavo la belelzza di 70 e passa chili, ma dopo una dieta formidabile (in cui ho patito la fame solo le prime settimane!), poi il resto è andato tutto bene. Oscillante su e giù da 50 a 52 chili, ma che gran gusto! E senza rinunce... dopo la fine della dieta, ovviamente. Durante, bhè, i sacrifici ci sono stati, ma la determinazione e un ottimo dietologo sono stati gli artefici del successo. E allora perchè non sfruttare le sue sagge lezioni e i miei gustosi accorgimenti per rimetterci in forma per l'estate?
Come tutti sanno, le diete si iniziano di lunedì e il grande impegno iniziale sarà non farla terminare il martedì.
Obiettivo: tornare ai miei 52 chili. Anche 51 non andrebbe male. In quanto tempo? Nessun limite. L'obiettivo sarà ritornare in forma, non digiunare per sbrigarsi. In fondo, l'estate è vero che è alle porte, ma non troppo vicina. Abbiamo tutto il tmepo. E poi non credo che buttare giù solo qualche chilo potrà costare molto tempo.
I passi saranno i seguenti:
La prima cosa che farò domani mattina sarà pesarmi spogliata appena sveglia, prima ancora di bere anche un solo sorso d'acqua. E poi.... bhè questo lo leggerete passo passo. Aprirò una pagina dedicata a questo progetto (P.D.S. - Progetto Dieta Sarchy, la trovate sul meu del blog), in cui giorno per giorno descriverò il menù della dieta, il perchè della scelta di alcuni cibi anzichè di altri e soprattutto le ricette documentate di quello che preparerò. Certo, non aspettatevi portate da gran galà o dolci cioccolatosi, ma sicuramente una grande varietà di alimenti già gustosi con il minimo indispensabile di elaborazione. Chi lo sa, magari riscopriremo insieme il gusto delle verdure di stagione lessate o la prelibatezza di una fiorentina appena scottata sui ferri.
Però, come dicevo poco fa, le diete si iniziano di lunedì e allo scoccare della mezzanotte mancano ancora poche ore. Inutile fare l'abbuffata prima della carestia, altrimenti rischierei di arrivare a domani con 4, anzichè 3 chili da perdere. Piuttosto cucinerò un piatto semplice che non mangio da parecchio tempo, che mi ricorda tanto i pranzi con mia sorella (era il suo piatto preferito quando tornavamo da scuola) e che per un pò non potrò più cucinare. No, non è una cosa ipercalorica, ma comunque nella dieta i soffritti non sono previsti.
E allora ecco il mio piatto godereccio che ho scelto come ultimo sfogo prima delle restrizioni alimentari che da domani applicherò alle mie ricette.
SPAGHETTI CON SUGO FINTO
Sì si, una cavolata. Ma voi lo sapete che un noto chef italiano quando va in giro per ristoranti sceglie sempre questo piatto per giudicare la bravura dello chef, perchè secondo lui è dalle cose semplice che si vede l'equilibrio dei vari alimenti che forniscono un piatto???

Ingredienti per 2 persone:
  1. 200 g di SPAGHETTI
  2. 400 g di PASSATA DI POMODORO
  3. 1 CIPOLLA piccola
  4. BASILICO
  5. PARMIGIANO
 Necessaire:
2 pentole
mestolo
grattuggia

Preparazione:

1.   sbucciare la cipolla e tagliarla a fettine

 









------
2.    mettere la cipolla in un pentola con dell'olio e a piacere un pò di peperoncino. accender eil fuoco con fiamma moderata. girare di tanto in tanto.


 ------
3.   non appena la cipolla sarà appassita, versare la salsa di pomodoro. Io preferisco la vellutata della cirio per la densità.
Salare e aggiungere le foglie intere di basilico. Chiudere il coperchio e lasciar cuocere per 45-60 minuti a fuoco basso con coperchio.


 

--------
4.   Il sugo sarà pronto quando diventerà denso ed omogeneo.
Nel frattempo, portare ad ebollizione una pentola d'acqua.
 

--------
5.   Mentre gli spaghetti cuociono, versare in una insalatiera la metà del sugo. Grattuggiare la quantità che preferite di parmigiano.

 








------
6.   Cotta la pasta, dopo averla ben scolata, versarla sopra il sugo nell'insalatiera. Versare anche l'altra metà di sugo e condire con il parmigiano.
 

Ed ecco qua la mia pasta preferita. Semplice, tradizionale e nemmeno tanto calorica... sempre che non se ne mangino 2 etti come me!
Buono ganm a tutti e.... a domani per il primo giorno di dieta.

1 commenti:

Posta un commento

Faccio tutto da sola